Ma il fotovoltaico … ?

Oggi vi voglio parlare di un argomento che mi stà a cuore e che, finalmente, vedo ben sintetizzato in un post di uno dei mie siti/blog preferiti. Il post è questo “Rinnovabili Media e Picco del Petrolio“.

In sostanza oggi assistiamo da una spinta pazzesca verso il fotovoltaico, anche giornalisti che si propongono come impegnati attivisti ne parlano (PresaDiretta), a volte ne fantasticano.

Ma è tutto oro luccicante questa voglia di coprire il mondo di pannelli fotovoltaici? ed i risultati ci sono?

Forse non è proprio così, leggete l’articolo e vedrete le cose da un punto di vista un po’ differente.

Una cosa è certa, ci sono movimenti che stanno sfruttando la situazione e la “creduleria” della gente senza nessuno scrupolo.
Pensate solo a questo: gli incentivi statali rilasciati a chi installa impianti fotovoltaici, sono pagati da noi cittadini. Le nostre tasse si uniscono e favoriscono chi è così “ecologista” da trasformare la luce solare in energia. Ma all’ombra di questa immagine esaltante ci sono alcuni risvolti economici foschi.

Chi copre la propria casa di pannelli fotovoltaici, lo fa con i soldi della collettività, a fronte di questo “atto ecologista” si instaura un doppio movimento economico: interessanti introiti economici per chi aderisce, enormi interessi per la filiera che ci stà dietro.

Quindi, ancora una volta, i nostri lungimiranti governanti, usano il movimento ecologista per promuovere attività economiche finanziate da noi cittadini.
Noi cittadini, che ci siamo abituati a credere a tutto ciò che ci viene propinato dalla maledetta scatola installata nelle nostre case, ci sentiamo fieri di aver installato i pannelli nella nostra dimora, siamo fieri di aver impoverito il nostro ricco stato per il nostro piccolo arricchimento personale.

Che furbi che siamo …

Buona giornata.

Be Sociable, Share!
Questa voce è stata pubblicata in Ecologia, Economia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *